Ortica: un cattivo dal cuore buono

L’ortica (Urtica dioica- Urtica urens) è una pianta che ebbe grande considerazione per le sue proprietà medicinali nel passato ma che oggi ha perso, quasi inspiegabilmente, molta della sua popolarità. Probabilmente a causa del suo aspetto e dell’azione irritante dei suoi peli. La droga è costituita dalla pianta intera. I frutti contengono proteine, mucillaggini e un olio. Le parti aeree vitamine, acido folico, flavonoidi, betacarotene, sali di calcio e potassio, ferro e minerali. La radice polisaccaridi, tannini e fenoli. I peli urticanti contengono acido formico, responsabile delle irritazioni cutanee.
La pianta ha indicazioni diuretiche e depurative, antiinfiammatorie e stimolanti. Trova impiego nelle affezioni urinarie, nella prevenzione e trattamento della renella e litiasi renale. Recentemente è stata evidenziata un’azione benefica nella ipertrofia prostatica benigna, anche in associazione con Serenoa, Pygeum e Sequoia. L’effetto diuretico, però, ne limita l’azione alle ipertrofie di grado primo e secondo, quando l’ipertrofia non è troppo accentuata. Dall’azione diuretica e depurativa trovano giovamento anche la gotta e le forme reumatiche.
La presenza di minerali come ferro e silicio rendono la pianta un ottimo rimineralizzante a qualunque età.
Per uso esterno è nota l’azione stimolante sul cuoio capelluto. Combatte seborrea e caduta.
In commercio si trova in capsule, tintura madre, succo e tisana. È contenuta in molti shampoo e lozioni per capelli. Molto utilizzate le associazioni con uva ursina nelle infezioni urinarie, orthosiphon e spirea nella ritenzione idrica, equiseto quando c’è bisogno di un’azione rimineralizzante. Una tisana molto usata è quella costituita da foglie di ortica e di betulla, fiori di sambuco e tiglio contro reumatismi.
Ai dosaggi terapeutici non ha effetti collaterali. Controindicata negli edemi da ridotta funzione renale o cardiaca, causa effetto diuretico. Se ne sconsiglia l’uso in gravidanza.
Nota
Si consiglia l’acquisto presso le farmacie specializzate in erboristeria che vi sapranno fornire le dosi necessarie.